BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Il 12 novembre si festeggia San Giosafat Kuncewicz

Pubblicazione:mercoledì 12 novembre 2014

foto: Infophoto foto: Infophoto

Il12 novembre si festeggia San Giosafat Kuncewycz, meglio conosciuto come San Giovanni Kuncewycz. San Giovanni Kuncewycz è nato nel corso dell’anno 1580 a Volodymyr, cittadina che si trova nell’attuale stato dell’Ucraina in una famiglia nobile che era ortodossa. Tuttavia San Giovanni Kuncewycz non ha trascorso tantissimo tempo nella sua città natale tant’è che si è formato sia a livello umano che scolastico nella città di Vilnius che attualmente si trova sul territorio della Lituania. Il periodo storico è molto complesso da un punto di vista religioso soprattutto a Vilnius in quanto era in atto un violento scontro non solo ideologico tra gli ortodossi e gli uniati di rito greco. Gli uniati si erano da poco riuniti sotto il potere spirituale della Chiesa di Roma riconoscendo l’autorità del Papa. Questa riunione venne sancita da un paio di concili e per la precisione da quello della città di Firenze e quello della città di Brest. La scelta che venne presa da San Giovanni Kuncewycz, fu quella di aderire all’ala degli unitati per cui gli venne concesso di seguire il suo desiderio di consacrare la vita al Signore, ottenendo il permesso di diventare un monaco e di entrare nel monastero dell’ordine di Basilio, presente all’interno di Vilnius. A testimonianza di quanto sia stato grande il contributo che ha saputo dare San Giovanni Kuncewycz, a partire dal 1617 ebbe inizio una riforma che portò alla nascita dell’ordine di Basiliano di San Giosafat. Comunque prima di arrivare a questo riscontro, San Giovanni Kuncewycz intraprese prima il normale percorso che lo portò nel 1609 a diventare sacerdote. Viene spesso sottolineato come nonostante venisse indicato come una persona molto introversa, non appena divenne servitore del Signore, San Giovanni Kuncewycz si trasformò letteralmente in un loquace predicatore che con le proprie parole e la propria incrollabile fede, fece opera molto apprezzata da tutti tant’è che prima gli venne affidata la guida del monastero ed in seguito venne indicato come meritevole di essere eletto quale nuovo vescovo della città di Polack, che è ubicata nel territorio che attualmente appartiene alla Bielorussia.

Innumerevoli furono le sue opere nella diocesi che gli venne assegnata. In primo luogo si impegnò in prima persona a consentire la restaurazione delle chiese presenti ed inoltre si spese tantissimo al fine di limare quanto più possibile le differenza tra la Chiesa Orientale e quella Occidentale con la speranza che si potesse giungere ad una riunificazione. Inoltre, si dedicò alla scrittura del catechismo adatto al popolo. Secondo quanto riportato dai documenti storici, durante una delle sue predicazioni venne circondato da avversi fedeli ortodossi che decisero prima di pestarlo a sangue e quindi in fin di vita lo gettarono in un fiume della zona dove morì annegato. La data della sua morte è quella del 12 novembre 2014 ed è stato canonizzato nel 1876. San Giovanni Kuncewycz è il Santo Patrono dell’Ucraina.



© Riproduzione Riservata.