BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BULLISMO/ Picchiava i coetanei, giovane bresciano sedicenne si pente

Era un capo gang di giovani che praticavano il bullismo a Brescia picchiando i ragazzi come lui. Adesso aiuta i violenti a smettere ecco di cosa si tratta

Immagine di archivioImmagine di archivio

Il bullismo tra giovanissimi si sa è una piaga assai diffusa. A Brescia ad esempio si assiste a molti episodi del genere, il luogo di ritrovo è spesso piazza Tebaldo Brusato e spesso qui scoppiano risse e violenze tra i ragazzi. In un anno si sono registrati ventitré episodi del genere. Uno di questi, considerato uno dei capi delle bande giovanili, è stato coinvolto in quattro di questi pestaggi. La polizia lo ha identificato ma invece di qualche provvedimento restrittivo si è deciso di coinvolgere le famiglie, la sua e quelle delle vittime, in un percorso rieducativo. E' successo che il giovane adesso si è pentito e collabora con esperti del caso su come aiutare altri bulli come lo era lui. 

© Riproduzione Riservata.