BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 3 novembre si celebra San Martino de Porres

foto: Infophotofoto: Infophoto

Quando nella città di Lima si diffonde la peste si ammalano anche molti suoi confratelli ma, da solo, Martino si prodiga nella loro cura: assistere 60 persone non è facile, ma grazie al suo grande animo e, soprattutto, alla sua incrollabile fede, Martino svolge il suo compito con abnegazione. Ormai, agli occhi delle persone che lo vedono costantemente all'opera, è diventato l'uomo dei miracoli. Decide di fondare, sempre a Lima, un collegio nel quale istruire i bambini poveri, si tratta del primo collegio istituito nel Nuovo Mondo. Riesce anche a guarire l'arcivescovo del Messico, che gli chiede di seguirlo nelle sue attività ma, improvvisamente, Martino muore dopo essere stato colpito da una violenta febbre. È il 1639 e Martino ha solo 60 anni. Dopo la sua morte iniziano ad aumentare le segnalazioni in merito ai prodigi compiuti nel corso della sua vita. Si parla, ad esempio, della possibilità di apparire nello stesso momento in due luoghi diversi, della capacità di sollevarsi da terra, delle incredibili conoscenze in materia di teologia senza averla mai studiata. Da segnalare l'attribuzione di un potere speciale sui topi, che riusciva a radunare e a sfamare in un angolo dell'orto, in questo modo liberando le case infestate. Per il popolo peruviano non vi sono dubbi, Martino merita di essere nominato santo senza dover attendere l'inevitabile, lungo, processo di canonizzazione. L'iter inizierà, invece, nel 1960, salvo essere poi fermato per diversi mesi. È stato Giovanni XXIII a proclamarlo santo, il 6 maggio del 1962. Nel 1996, invece, è stato Paolo VI a proclamarlo patrono di barbieri e parrucchieri, tenendo in considerazione il suo primo impiego.

© Riproduzione Riservata.