BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

COSTA CONCORDIA/ Il fratello di Russel Rebello: la fede dei miei genitori ci ha aiutato a ritrovarlo

Kevin Rebello Kevin Rebello

Mio fratello non è mai venuto a lavorare in Italia, è sempre stato un dipendente della Costa Concordia. Mentre io vivo in Italia, mio fratello era sempre a bordo e girava in tutto il mondo. Il suo sogno era guadagnare un po’ di soldi e vedere il mondo. Ha lavorato per Costa Concordia per sette anni, e sperava di continuare per crescere in questo settore.

 

Alcuni giornali hanno scritto che sperava di aprire un ristorante…

Non ne ho idea, di questo non abbiamo mai parlato. Sicuramente era troppo presto per pensare a un progetto così ambizioso.

 

I suoi sogni purtroppo si sono conclusi tragicamente…

Sì, e purtroppo non solo per mio fratello ma anche per altre 31 persone.

 

Che cosa ne pensa del processo sull’affondamento della Costa Concordia?

Non ho seguito il processo. Lascio che a decidere siano la legge e i tribunali italiani.

 

Dove sarà sepolto suo fratello?

A Mumbai, dove è nato. Riporterò io il suo corpo in India dai miei genitori.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/11/2014 - Essere cristiani (luisella martin)

Domanda: "I suoi sogni si sono conclusi tragicamente.." Risposta: "Purtroppo non solo per mio fratello, ma anche per altre 31 persone" Questa é la risposta di un cristiano!