BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FAMIGLIE NUMEROSE/ Cagliari, no al taglio dei fondi: la protesta davanti al Consiglio regionale

L’Associazione famiglie numerose con bambini a seguito si è presentata davanti al Consiglio regionale di Cagliari per chiedere l’integrazione del fondo per il sostegno alle famiglie

foto: Infophoto foto: Infophoto

L’Associazione famiglie numerose con bambini a seguito si è presentata davanti al Consiglio regionale di Cagliari per chiedere l’integrazione del fondo per il sostegno alle famiglie numerose, che nel 2014 è stato ridotto da tre milioni a 270mila euro. Secondo i dati forniti dall’associazione, in Sardegna le famiglie numerose sono circa tremila, delle quali 2.100 con quattro figli e 40 con otto figli e anche di più. "Non siamo qui solo per il bonus che serve per dare un sostegno alle famiglie numerose, ma per cercare di spingere il Consiglio e la Giunta ad approvare una legge regionale sulla famiglia che metta ordine nelle diverse norme - spiega all'ANSA Carlo Pisano, presidente dell'Associazione famiglie numerose - chiediamo inoltre alle istituzioni che possa essere realizzata la Valutazione di impatto familiare, il Vif, per verificare dove sono le criticità. Secondo l'Istat il 47,5% delle famiglie numerose vive sotto la soglia di povertà relativa e quelle con più figli a carico sono le più povere". E qualcosa dopo la protesta si è attivata: l’assessore alla Sanità, Luigi Arru, e l’arcivescovo di Cagliari, Arrigo Miglio, hanno incontrato le famiglie e nel frattempo un gruppo di consiglieri regionali ha scritto una mozione per ripristinare il fondo con la Finanziaria 2015. Si pensa anche a una legge. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.