BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRYPTOLOCKER / Sda o Poste italiane: falsi avvisi. Scoperta la nuova truffa online. Ecco come difendersi

Si presentano come avvisi su spedizioni Sda o Poste italiane, ma è una nuova truffa web che diffonde un virus, il “Cryptolocker”. Sono numerose le segnalazioni alla polizia postale

foto: Infophoto foto: Infophoto

CRYPTOLOCKER, LA NUOVA TRUFFA ONLINE - Si presentano come avvisi su spedizioni Sda o Poste italiane, ma è una nuova truffa web che diffonde un virus, il “Cryptolocker”. Al momento, dopo le numerose segnalazioni, la polizia postale e delle Comunicazioni sta indagando sulla truffa.

CRYPTOLOCKER, COME APPARE - L’utente riceve sulla propria casella di posta elettronica una mail con presunte informazioni di spedizioni Sda o di Poste italiane a proprio favore. Ciccando sul link o aprendo l’allegato, in pratica un documento in pdf, si installa il virus “Cryptoclocker”.

CRYPTOLOCKER, IL VIRUS - Si tratta di un software, chiamato anche “Ransomware”, dalla parola inglese “ransom”, che significa ricatto” e “software”, appunto programma, che rende illeggibili i documenti del proprio pc e di tutti i documenti degli altri computer collegati al computer infetto mediante la rete. La decriptazione è possibile solo ai criminali informatici che hanno inventato il programma. Una volta infettato il pc, ecco che si concretizza il ricatto dei criminali informatici con una schermata dove viene chiesto il pagamento di una somma di denaro per riavere i documenti del pc.

CRYPTOLOCKER, COME DIFENDERSI E COSA FARE - Innanzitutto ignorare il messaggio del ricatto, spiega la polizia, non solo per motivi etico-morali: quasi mai infatti il pagamento del riscatto dà agli utenti indietro i documenti infetti. È bene dotarsi di un buon antivirus e possedere un backup dei propri file (una copia). La cosa più importante è quella di ignorare le mail che contengono questo tipo di informazione, soprattutto se non si attende questo tipo di notizie. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.