BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Papa Francesco, 87% di consenso: uomo-rifugio o maestro di realismo?

Pubblicazione:martedì 30 dicembre 2014

Papa Francesco (Infophoto) Papa Francesco (Infophoto)

Papa Francesco non è semplicemente il "Papa buono", semmai è il leader più decisionista che oggi ci sia sulla scena italiana e non solo. Se le persone guardano a lui con fiducia, è perché vedono che in lui non c'è distanza tra quello che dice e quello che fa. In questo Francesco non è personaggio-rifugio, ma è esattamente l'opposto. È un motivatore. Uno che invita ad uscire allo scoperto, a farla finita con gli alibi e i formalismi, ad allacciare relazioni e a non chiudersi nel guscio del privato.

Potrebbe essere una lettura schematicamente ottimistica del sondaggio. Ma, a parte che è sempre preferibile essere schematicamente ottimisti piuttosto che preventivamente fatalisti, c'è un altro dato della ricerca che induce a una riflessione. È la tenuta della fiducia nei confronti della scuola, l'unica istituzione che non perde punti nella generale débâcle, ma addirittura timidamente rafforza la sua posizione. Fiducia nella scuola è fiducia nel futuro. O meglio, è il segnale che c'è una gran voglia di ri-avere fiducia nel futuro.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
31/12/2014 - Commenti (luisella martin)

Singolare come quasi tutti i commenti all'articolo si chiedano se quelli che hanno dichiarato di apprezzare Papa Francesco lo seguano anche nei fatti ... Si ipotizza una certa falsità negli intervistati che non seguirebbero i consigli del Papa! La stessa critica veniva mossa ai cattolici praticanti da parte degli nostri attivisti comunisti del secolo scorso; una critica che ha perso colore - è "sbiadita" - quando lo spirito rivoluzionario ha lasciato il posto ad un perbenismo intellettuale, colto e ricco. Sostanzialmente si punta il dito sulle colpe di quelli che, pur agendo in modo del tutto simile al nostro, hanno l'ardire di credere in qualche cosa! Credo sia un guaio provocato anche dalla Statistica che sostituisce al numero, alla "monade", i grandi numeri generici e spersonalizzati ... A mio parere il Papa non è un uomo-rifugio, nè un maestro di realismo; è - per chi crede - il Vicario di Cristo e per chi non crede un uomo saggio, umile e aperto verso gli altri.

 
30/12/2014 - Papa su, Chiesa giù: come mai? (Giuseppe Crippa)

Concordo con l’articolista Frangi quando afferma che la sua lettura – molto interessante – dei risultati del sondaggio è ottimistica ed ancor più concordo con il lettore Candelori che fa notare che se le persone che stimano papa Francesco non seguono almeno un poco più di prima quanto Egli predica allora la qualità di questa stima è un poco opinabile. Candelori giustamente accenna al fatto che la fiducia verso la Chiesa non sembra andare nella stessa direzione della crescente fiducia verso il Papa (scende dal 54% dell’anno scorso al 49% del 2014: una brutta caduta): mi piacerebbe sapere cosa pensa Frangi di questo in un suo prossimo articolo.

 
30/12/2014 - Speriamo che... (Alberto Pennati)

...dopo aver "ripreso" i cardinali ed i vescovi, vista la tanta popolarità, ora il vescovo di Roma passi all'azione, rimuovendo al più presto il vescovo di Anversa che vergognosamente ha affermato "«Dobbiamo cercare in seno alla Chiesa un riconoscimento formale della relazionalità che è presente presso numerose coppie di bi e omosessuali. Così come nella società esiste una diversità di situazioni giuridiche per le coppie, così dovrebbero esserci diverse forme di riconoscimento all’interno della Chiesa»". http://www.iltimone.org/32564,News.html

 
30/12/2014 - Morto un Papa se ne fa un altro: non vale più! (claudia mazzola)

Ho fatto un sondaggio sul mio anno 2014: bene e male come sempre ma c'è una novità: ci sono ancora io e Papa Francesco!

 
30/12/2014 - SAREI CURIOSO... (maurizio candelori)

di sapere se queste persone, che hanno asserito di sperare nella Chiesa, anzi no, nel Papa (che pare siano due cose diverse per i detrattori sempre più numerosi della prima) e che eleggono Papa Francesco come personaggio da imitare, se poi, nel concreto, hanno cambiato qualcosa della loro vita; per esempio vorrei chiedere loro se usano la carità verso il vicino di casa che ha i bambini che sono la voce di Dio anche quando giocano a pallone in casa, o se mormorano di meno contro i politici. Oppure vorrei sapere se pregano di più, si confessano, vanno a messa ecc.. Insomma sarei curioso di sapere come imitano il Papa concretamente oppure se, come facevano prima, continuano ad accusare il mondo e gli altri come unico responsabile dei loro problemi!