BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA/ Mons. Coda: nei confronti di Francesco attacchi gratuiti di certi cattolici e de "Il Foglio"

A difesa di Papa Francesco attaccato e criticato per il suo magistero, interviene Monsignor Pietro Coda, docente di Teologia sistematica ecco cosa ha detto

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Monsignor Pietro Coda, docente di Teologia sistematica e preside dell'Istituto Universitario Sophia a Loppiano ha risposto ad alcune domande poste dal sito Aleteia a proposito di certe critiche che Papa Francesco riceverebbe da settori della Chiesa stessa. C'è infatti chi lo accusa di star cambiando la linea tradizionale del Magistero della Chiesa, addirittura come il Foglio di Giuliano Ferrara (11 Ottobre 2013) che sia in corso la fondazione di una nuova religione e di una neo chiesa in rottura con il Magistero cattolico. Per Monsignor Coda sono valutazioni scorrette, gratuite e offensive non solo nei confronti del Papa ma della maggioranza del popolo cristiano che invece coglie in profondità il significato evangelico delle parole e dei gesti del Pontefice. "Il fatto è che Papa Francesco rilancia con straordinaria limpidezza e con determinata tenacia la spinta di rinnovamento del Concilio Vaticano II che ha tradotto, nel nostro tempo, l’ininterrotta spinta di rinnovamento del Vangelo al cuore della vita e della missione della Chiesa" dice ancora. Aggiungendo poi che non c'è alcuna rottura con il Magistero ufficiale. Spiega poi cosa voleva dire Francesco quando, nell'intervista con Eugenio Scalfari, ha detto che “il Figlio di Dio si è incarnato per infondere nell’anima degli uomini il sentimento della fratellanza”: "Intendeva dire quello che ha detto Gesù a chiare lettere: c’è un solo Padre e noi siamo tutti fratelli (cfr. Mt 23,8-9)! È il cuore del messaggio di Gesù, che nella sua pasqua di morte e risurrezione, grazie all’effusione “senza misura” (cfr. Gv 3,34) dello Spirito Santo, diventa il dono e il programma della sequela dei cristiani. Non dice Paolo che Gesù è “il primogenito tra molti fratelli?” . Il Papa secondo Coda è un Papa riformatore, come sempre ci sono stati nella storia della Chiesa, il suo impegno è nel realizzare quanto insegna il Vaticano II nella Lumen gentium, e quindi essendo un vero riformatore usa "la medicina della misericordia", come diceva anche Giovanni XXIII: “perché – dice la Scrittura (cfr. Eb 12,6) – il Signore educa colui che Egli ama e percuote chiunque riconosce come figlio”.

© Riproduzione Riservata.