BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CYBERBULLISMO/ Ragazza di 14 anni si uccide gettandosi dal tetto di un ex albergo

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Nuovo episodio di cyberbullismo? Così sembra, almeno stando alle prime ricostruzioni. Casi come questi sono infatti da analizzare a fondo per non fermarsi alle apparenze. Al momento il terribile nuovo suicidio di una ragazzina di 14 anni sembra essere collegato proprio agli abusi online che la giovane avrebbe subito frequentando il sito Ask.fm, già noto per casi di bullismo sulla Rete. La ragazza ha anche lasciato un biglietto ai genitori chiedendo loro scusa per averli delusi e che non la dimenticassero. In realtà aveva lasciato ben cinque lettere di addio. Si è quindi gettata dal tetto di un ex albergo, di Borgo Vicenza a Cittadella, il Palace. Sempre secondo le prime ricostruzioni stava pensando al suicidio ormai da settimane: era stata protagonista di gesti autolesionisti ma evidentemente nessuno aveva capito la gravità del suo caso. Sul sito Ask.fm ci sono ancora le sue richieste di aiuto, i suoi pensieri suicidi, il suo terribile male: purtroppo le risposte che le arrivavano la incoraggiavano a uccidersi oppure veniva insultata. Si legge ad esempio: «spero che uno di questi giorni taglierai la vena importantissima che ce sul braccio e morirai!!!!» con tanto di errore grammaticale. «Oppure: Sei una ritardata, grassa e culona, fai finta di fumare, ma non aspiri, fai finta di bere, ma non bevi, fai finta di essere depressa per attirare l'attenzione, sei patetica». Il sito in questione, Ask.fm, è frequentato da ragazzi tra i 13 e i 16 anni, è un social network con 60 milioni di iscritti. Lo scopo del sito è fare domande per ottenere risposte.



© Riproduzione Riservata.