BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PENDOLARI/ Manda a quel paese l'amministratore di FS: denunciato

Un pendolare bergamasco aveva aperto una pagina su facebook per denunciare i disservizi di Trenitalia: un suo insulto all'amministratore di FS gli è costato una denuncia

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Ci sono "vaffa" e "vaffa": Beppe Grillo mandando a quel paese tutti ha ottenuto milioni di voti, un pendolare arrabbiato invece dovrà andare in tribunale. E' successo a uno dei tanti pendolari, furioso per il disservizio che regolarmente si vive sui treni che portano migliaia di persone dai loro paesi ai luoghi di lavoro. Esasperato, aveva aperto una pagina facebook per denunciare appunto i disservizi che si trovava a vivere viaggiando su Trenitalia. Ci ha messo però un vaffa di troppo: “Un caro vaffa… a Mauro Moretti, amministratore di Fs: in centomila per mandarlo a casa a calci in c…” ha scritto. Ed è scattata la denuncia da parte di Ferrovie dello Stato: lui e un altro utente sono stati denunciati per diffamazione aggravata e istigazione a delinquere. La notizia è stata riportata dal quotidiano L'eco di Bergamo. La denuncia risale addirittura al 2010: “Ora, a distanza di quasi cinque anni, il professionista bergamasco è finito a processo nella capitale, insieme a un trentenne genovese (quest’ultimo per un’altra frase ritenuta diffamatoria). Per il difensore «si tratta di espressioni forti, ma non di accusa gratuite: sono critiche strutturate, non a casaccio»” si legge sul quotidiano.

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
11/02/2014 - Fs denuncia cittadini per... (PAOLO ALBERTI)

Non ho parole. Ritengo che ormai la giurisprudenza in Italia è talmente complicata, che si può denunciare chiunque limitando la libertà personale altrui, con le motivazioni più astruse. In pratica si potrebbe dire che non sia più garantita neppure la libertà di parola.