BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SVIZZERA/ Referendum, un tiro mancino all'Europa dei tecnocrati

Infophoto Infophoto

 Lo spazio di chi potrebbe entrare in quel nuovo Parlamento all'insegna del motto "Europa sì, ma quale?" vien così precluso. Per scaldare il forno in cui cuoce questa campagna va bene tutto, anche l'esito del referendum svizzero di domenica scorsa. 

Relativamente alla questione in gioco il caso del referendum elvetico è in effetti minuscolo. Eppure, se venisse considerato altrimenti e analizzato attentamente, potrebbe essere di utile riferimento. La Svizzera infatti, nazione plurilingue e pluriculturale stabilita da secoli, è un laboratorio politico da cui l'Unione Europea avrebbe molto da attingere, se fosse meno piena di se stessa (ovvero di un bel niente, allo stato attuale delle cose). 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
11/02/2014 - OTTIMO ROBI RONZA (Pierluigi Piccinini)

come sempre. E' triste come la grande maggioranza dei "giornalai" (non solo nostrani) rappresenti questa vicenda, con sciatta superficialità e/o calcolata mistificazione. Del baraccone che è diventato l'UE poi non si sente dibattere seriamente, dai ns. politici "zerbino" men che meno.