BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DON ORESTE BENZI/ Sì al processo di beatificazione del fondatore della comunità Papa Giovanni XXIII

Pubblicazione:giovedì 13 febbraio 2014

Don Oreste Benzi Don Oreste Benzi

La congregazione per le cause dei santi ha dato l'ok all'inizio del processo di beatificazione di don Oreste Benzi, fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII. Il vescovo di Rimini monsignor Lambiasi ha infatti ricevuto il nulla osta con la firma del cardinale prefetto Angelo Amato. Immediato il commento dell'attuale responsabile della comunità Giovanni XXIII, Giovanni Ramonda: "Abbiamo il cuore pieno di gioia. Un importante riconoscimento della Chiesa che ci spinge a impegnarci ancora di più nel vivere quell'amore a Gesù e ai poveri che don Oreste ci ha trasmesso con l'insegnamento ma soprattutto con la vita". A postulare la causa la teologa Elisabetta Casadei, che nell'ottobre del 2013 aveva fatto la richiesta formale. A sostenere la richiesta nove cardinali, 41 vescovi italiani e undici stranieri. Scomparso nel 2007, don Benzi era originario della provincia di Forlì, settimo di nove figli. Era stato ordinato sacerdote nel 1949. Da sempre si era occupato dei giovani, seguendoli nel loro cammino, insegnando anche religione nella scuola media. Dopo aver fondato la comunità Giovanni XXIII, nel 1973 inaugura la prima casa famiglia dedicata a adolescenti con vite problematiche. 



© Riproduzione Riservata.
 
COMMENTI
13/02/2014 - l'ho aspettato per tre ore (Claudio Baleani)

Don Oreste era stato invitato a fare una testimonianza al pellegrinaggio Macerata Loreto e io avrei dovuto raccoglierlo e portarlo sul posto dove doveva parlare. Sono arrivato al casello autostradale di Recanati Loreto all'ora stabilita e lui non si vedeva. Aspetto dieci minuti, mezz'ora e allora decido di telefonare a don Giancarlo: "Aoh, questo non si vede". "Devi avere pazienza. E' un santo, fa quello che gli pare". E' arrivato dopo tre ore e mi ha raccontato la sua giornata. In un giorno aveva fatto non so se 1000 o 2000 chilometri. Stava contento, ma era la contentezza di chi lavora. Senza la gente così dove saremmo arrivati?