BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

JOHN ELKANN/ Della Valle: è un imbecille, referendum per mandarlo via dall'Italia

Parole di fuoco quelle di Diego Della Valle parlando di John Elkann: un imbecille, la sua famiglia ha distrutto moltissimi posti di lavoro. Ecco cosa ha detto nel dettaglio

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Evidentemente Diego Della Valle non ha preso bene la frase con cui John Elkann, qualche giorno fa, lo ha definito "un nano dell'industria". Come si sa i due si sono mandati alcuni messaggi "al veleno" in merito alla situazione di Rcs, in cui sia la famiglia Angelli che Della Valle hanno diverse partecipazioni. Adesso, dopo che Elkann è finito di nuovo al centro delle attenzioni mediatiche dopo aver detto in pubblico che i giovani non cercano lavoro perché piace loro stare in casa oppure non sono ambiziosi, Della Valle ha sparato davvero grosso nei suoi confronti. Elkann è un imbecille, ha infatti detto l'imprenditore ad alcuni giornalisti: “Il poveretto di Jaki non perde mai tempo di ricordare agli italiani che è un imbecille. Magari ci vorrebbe un referendum per chiederci se lo vogliamo ancora in Italia”. Entrando nel dettaglio, Della Valle ha detto che è una vergogna che uno degli Agnelli dica che oggi i giovani hanno posti di lavoro: “Uno che si permette di dire che i ragazzi stanno a casa perché non hanno voglia di lavorare, perché il lavoro c’è, è un imbecille lo tengano a casa, lo tengano un po’ a riposo, vada a sciare”. Poi ha attaccato la Fiat dicendo che Elkann appartiene a una famiglia che ha distrutto "una quantità industriale di posti di lavoro e di conseguenza anche le speranze dei giovani".

© Riproduzione Riservata.