BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 16 febbraio si celebra Santa Giuliana di Nicomedia

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Vista l'impossibilità di piegare la resistenza indomabile della giovane, le autorità imperiali decisero di punirla con la morte. Essendo cittadina romana, figlia di una delle più importanti famiglie della nobiltà di Nicomedia, le vennero risparmiate le torture e venne decapitata. Era il 16 febbraio del 304. Quella di Diocleziano fu anche l'ultima grande persecuzione contro i cristiani della storia dell'Impero Romano. Assieme a Santa Giuliana, vennero martirizzati in quei durissimi mesi anche il vescovo della città Antimo, Santa Barbara, il nobile Doroteo e un gran numero di altri fedeli. Le sue spoglie vennero raccolte da una pia matrona romana, che le trasportò di nascosto in Italia, dove vennero custodite e venerate a lungo all'interno della cattedrale di Cuma. Dopo la distruzione di Cuma avvenuta nel 1207, il corpo di Santa Giuliana venne trasferito a Napoli.

© Riproduzione Riservata.