BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA/ Francesco e Ratzinger, il "doppio" abbraccio del padre e del figlio

Papa Francesco verso Benedetto XVI, ieri al Concistoro (corriere.it)Papa Francesco verso Benedetto XVI, ieri al Concistoro (corriere.it)

Non voglio cedere ad una retorica stucchevole, né perdermi in narrazioni estatiche, ma non posso nascondere la commozione per quel gesto, l'impeto suscitato da quell'uomo violato nel suo isolamento eppure disponibile a certificare sempre la sua fedeltà, a rinnovare il suo impegno a restare nel recinto di Pietro, a mostrare sempre e comunque una comunione autentica e totale al suo successore. 

Si possono fare analisi, scomodare profezie, cercare appigli, inseguire deliranti disegni, ma rimane il fatto inconfutabile, inalienabile e incorruttibile di due anime gigantesche chiamate a vivere in maniera e tempi diversi lo stesso destino. Sullo sfondo una Chiesa che ha bisogno di uomini così. Uomini, come ha detto poi Francesco, di preghiera, compassione, tensione alla pace. Uomini che camminino sulla strada di Gesù, andando incontro alla Croce e alla Resurrezione. Uomini di fede che annuncino il Vangelo in ogni occasione "opportuna e inopportuna", per dare testimonianza della Verità. Imitatori di Cristo sempre. Come Joseph e Jorge, Benedetto e Francesco, che non calcolano la convenienza delle proprie azioni, ma solo la loro conformità alla coscienza forgiata da Dio. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
24/02/2014 - Grazie (luisella martin)

Grazie per avermi dato i particolari della cerimonia che non conoscevo e che mi riempiono di gioia! Sono questi i momenti in cui sperimento un po' della serenità gioiosa di Pietro sul Tabor. Fra i tanti libri acquistati di Francesco e di Benedetto XVI, non so mai quale aprire: entrambi mi portano a sperare che quella gioia e umiltà che traspare da ogni loro parola, susciti, anche nei preti, il bisogno urgente di conversione.