BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BERGAMO/ Feto operato al cuore, è il primo intervento in Italia

Un’equipe di sette medici dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ha effettuato un intervento chirurgico senza precedenti su un feto di 33 settimane. Tutti i dettagli.

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Un’equipe di sette medici dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ha effettuato un intervento chirurgico senza precedenti su un feto di 33 settimane. La piccola soffriva di ipoplasia del cuore sinistro, una cardiopatia congenita che non permette lo sviluppo della parte sinistra dell’organo, e sarebbe andata incontro a morte certa una volta venuta alla luce per problemi di ossigenazione al cuore. I medici sono quindi intervenuti subito, inserendo una sonda attraverso la placenta, passando per il polmone per poi arrivare al cuore, dove hanno collocato un micro stent, una struttura che viene fatta espandere per permettere al sangue di circolare tra le due metà del cuore e quindi per regolare l’ossigenazione. E’ il primo caso in Europa in cui il catetere viene inserito dal polmone, una scelta che ha consentito di minimizzare i rischi e di utilizzare materiali più grandi per un feto già molto sviluppato. "I rischi delle procedure intrauterine sono alti e le rendono necessarie in pochi casi selezionati, per i quali i benefici superino i rischi – ha detto Luigi Frigerio, Direttore del Dipartimento materno infantile, le cui parole sono riportate da L’Eco di Bergamo - Siamo impegnati ogni giorno ad offrire speranza alle famiglie che si rivolgono al Papa Giovanni XXIII, e a farlo con risposte appropriate. Occorre avere la certezza che il nostro intervento cambi la storia della malattia, e così è stato in questo caso".

© Riproduzione Riservata.