BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

DIRITTI GAY/ Quelle veline del ministero che soffocano la libertà di stampa

Una manifestazione per i diritti gay (Infophoto)Una manifestazione per i diritti gay (Infophoto)

Uno può tenere per certo che solo l’eterosessualità sia secondo natura (non c’è bisogno di una grande mente per questo, un po’ di buon senso è sufficiente), ma non perciò essere tanto babbeo da ignorare che l’omosessualità esiste; e soprattutto senza che tale convincimento implichi da parte sua alcun odio verso gli omosessuali.

Ora, pretendere che queste tre cose siano tra loro necessariamente interconnesse è una pura e semplice mistificazione. Il culmine di tale autoritarismo viene però raggiunto con i due concetti di omofobia e di transfobia “interiorizzate”. E’ noto che sono molto numerosi gli omosessuali e i transessuali che non condividono affatto il progetto di istituzionalizzazione dell’omosessualità e della transessualità che sta dietro la cultura transgender. Il concetto di omofobia e transfobia “interiorizzata” serve evidentemente a delegittimare a priori la loro posizione. Insomma, coloro che difendono la sessualità secondo natura odiano gli omosessuali ipso facto anche se non li odiano per nulla. Gli omosessuali e transessuali che non sono d’accordo con l’ideologia transgender vengono bollati a priori come degli utili idioti. Ergo in nome della… coesione sociale il potere è tenuto a imporre d’autorità la cultura transgender come pensiero unico.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
07/02/2014 - Che barzellette! (luciano dario lupano)

I pennivendoli che si oppongono? A chi? Tengono tutti famiglia e hanno un fiuto straordinario per individuare il prepotente di turno e non ostacolarlo minimamente e sfacciatamente osannarlo, che non guasta! Ma se il validissimo Letta è andato dall'illuminato Putin, ovviamente per tenerselo buono per i prodotti energetici, di che cosa cianciamo? Se c'è una cosa in sovrabbondanza, e non solo in Italia, è una utilitaristica ipocrisia farcita di roboanti quanto patetici propositi!

 
07/02/2014 - Libertà di stampa? Ma dove? (claudia mazzola)

Certo che una volta (mi sembro la mia povera nonna) era più bello leggere i giornali e guardare i TG. Le notizie di oggigiorno sono ridicole!

 
07/02/2014 - Le Velineeeeeeeeeeeeee......uariuariuarioooooo (Antonio Durante)

Bisognerebbe capire da chi, il ministero, ha ricevuto la velina che ha poi passato ai giornalisti ;-)