BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

GIUSTIZIA/ Giudice si rifiuta di celebrare processo: il danno era di 50 euro

Un giudice si è rifiutato di celebrare un processo in cui l'imputato era accusato di non aver pagato 50 euro di benzina. Una causa irrilevante l'ha definita, ecco cosa è successo

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Un fatto che non doveva neanche arrivare in tribunale: con questa motivazione un giudice di Cuneo si è rifiutato di celebrare una udienza che doveva discutere un danno di 50 euro dovuto a insolvenza fraudolenta. Il magistrato ha definito il processo inutile e ha invitato le parti a trovare un accordo. Mediamente, si calcola, una seduta del genere in tribunale costa allo stato circa 500 euro. Inoltre il giudice ha detto anche, visto che l'imputato non aveva alcun precedente penale, che in caso di condanna egli si sarebbe macchiato la fedina penale per una motiviazioen sciocca. L'accusa, dichiarandosi d'accordo, ha però precisato che non deve passare il principio che fare il pieno di benzina e poi andarsene senza pagare sia ritenuto un fatto non punibile. La causa infatti era incentrata sul caso di una persona che aveva fatto 60 euro di benzina e ne aveva pagate soltanto 10. 

© Riproduzione Riservata.