BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ L'8 febbraio si celebra Santa Giuseppina Bakhita

Pubblicazione:sabato 8 febbraio 2014

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Nel 1933 iniziò a viaggiare per l'Italia per tenere delle conferenze per far propaganda missionaria e venne ricevuta anche da Benito Mussolini, a Roma. Nel 1939 iniziarono a manifestarsi per lei dei gravi problemi di salute, che la condussero lentamente alla morte avvenuta l'8 febbraio del 1947.

A soli 12 anni dalla morte della religiosa venne avviato il processo di beatificazione e nell'ottobre del 2000 venne canonizzata dall'allora Sua Santità Papa Giovanni Paolo II. Il miracolo, necessario per l'avvio della pratica della canonizzazione, fu quello della guarigione di una donna brasiliana affetta da ulcerazioni agli arti inferiori, attribuito a Suor Bakhita. La donna miracolata era affetta da una forma avanzata di diabete, che le causava delle ulcerazioni infette alle gambe, che avrebbero condotto all'amputazione degli arti inferiori. Così nel 1992, in preda alla disperazione, in occasione di una riunione nella cattedrale di Santos invocò l'intercessione dell'allora beata Suor Bakhita e una volta tornata a casa si accorse che qualcosa che era cambiata. Le profonde ferite, che lasciavano scoperte le ossa delle gambe, si erano rimarginate e la pelle si era risanata, come se fosse rinata nuova. La guarigione, attribuita alla suora canossiana, venne ritenuta inspiegabile e così la donna miracolata poté partecipare, nel 2000, alla canonizzazione della santa africana.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.