BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SARAH SCAZZI/ Sabrina Misseri e Cosima Serrano: le motivazioni della condanna

Pubblicazione:mercoledì 12 marzo 2014

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Depositate, dopo quasi un anno, le motivazioni della sentenza con cui Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano sono state condannate all'ergastolo per l'omicidio di Sarah Scazzi. Un enorme faldone di 1600 pagine, per il quale la difesa delle due donne ha già protestato dicendo di avere diritto adesso a solo 45 giorni di tempo (contro quasi un anno preso dai giudici) per le proprie motivazioni. In sostanza, si spiega come l'alibi prodotto da Sabrina il giorno del delitto sia stato falso, con l'uso di sms "non veritieri" inviati da lei stessa dal telefonino della cugina Sarah. Per quanto riguarda invece il padre Michele Misseri (condannato a otto anni per soppressione di cadavere) si dice che le sue accuse nei confronti della figlia (da lui poi ritirate) fossero vere: "non aveva alcun ragionevole motivo per accusare ingiustamente, provocandone la sua carcerazione, proprio la figlia prediletta Sabrina e non altri soggetti", dunque quel 5 ottobre 2010 quando venne intercettato semplicemente non riusciva più a nascondere quanto "egli sapeva essere accaduto" e che cioè la figlia avesse ucciso la cugina. 



© Riproduzione Riservata.