BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DROGHE/ Cdm, via libera al decreto: ripristinate le vecchie tabelle

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

A un mese esatto dalla bocciatura da parte della Corte costituzionale della legge Fini-Giovanardi, che aveva equiparato le droghe pesanti a quelle leggere, il governo Renzi ha deciso di ripristinare le tabelle sulle sostanze stupefacenti. Lo ha fatto sapere il ministro della Salute Beatrice Lorenzin al termine del Consiglio dei ministri andato in scena oggi, spiegando però che sugli aspetti penali “ci sarà un'ulteriore riflessione”. La responsabile del dicastero ha precisato che la sentenza della Consulta aveva evidentemente creato “un vuoto normativo che ha prodotto emergenze nelle ultime settimane, e per questo siamo dovuti intervenire con un atto di urgenza per il ripristino delle tabelle sulle sostanze stupefacenti”. Lorenzin ha dunque ribadito che il decreto legge deciso oggi “interviene sugli aspetti amministrativi e non penali”. Durante lo stesso Cdm è stato anche approvato un decreto legge sui medicinali "off label" dopo lo scandalo Roche-Novartis. Al fine di rispettare l'attuale vincolo di legge che non permette l'utilizzo di un farmaco "off label" se non sussistano sperimentazioni cliniche almeno di fase II (in base alla legge 244 del 2007), è stato deciso di consentire ad Aifa, in presenza di un farmaco "off label" in altri Paesi, di iniziare d’ufficio la sperimentazione clinica che dovrà essere finanziata con propri fondi.



© Riproduzione Riservata.