BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ La preside vieta di "toccare i bambini", ma Pierino chi lo educa?

Infophoto Infophoto

In secondo luogo sulle famiglie, che fraintenderanno ogni dichiarazione del loro figliolo nel caso riferisse di una semplice carezza d'incoraggiamento dell'insegnante. 

In terzo luogo l'incauta dirigente diffonderà ansia e smarrimento tra i docenti abituati a frequentare un luogo di lavoro notoriamente a rischio di stress e conseguente usura mentale. Così facendo, apparentemente allo scopo di "evitare pettegolezzi", la dirigente scolastica è riuscita ugualmente a far parlare di sé. Ma per l'ignoranza che dimostra e per il poco coraggio di dare un nome e un giudizio sano ai fatti che accadono, quand'anche siano spiacevoli. 

Senza scomodare illustri pedagogisti che su questo tema hanno argomentato adeguatamente e abbondantemente, mi permetto di segnalare alla dirigente che falsificare la sua azione come preventiva di episodi sgradevoli è follia. E la sua geniale dichiarazione di "tutela della sicurezza di tutti" una vera presa in giro...

© Riproduzione Riservata.