BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SUPER MANAGER/ L'amministratore di Trenitalia: se mi tagliano lo stipendio me ne vado

Pubblicazione:venerdì 21 marzo 2014 - Ultimo aggiornamento:venerdì 21 marzo 2014, 13.17

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Prende 850mila euro all'anno di compenso, ma se verranno tagliati, annuncia che si licenzierà. E' Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, che parlando a margine di un convegno tenuto a Bologna, annuncia che non accetterà tagli sul suo stipendio. Il taglio dei cosiddetti super stipendi dei super manager è discussione in atto da tempo, ripresa recentemente alla luce dei tagli previsti dalle manovre del governo Renzi. Moretti spiega che se lo stato applicherà davvero questi tagli, tanti manager come lui daranno le dimissioni. Spiega che il suo collega tedesco prende tre volte tanto la sua cifra: "siamo delle imprese che stanno sul mercato ed è evidente che sul mercato bisogna anche avere la possibilità di retribuire, non dico alla tedesca e nemmeno all’italiana, ma un minimo per poter fare sì che i manager bravi vengano dove ci sono imprese complicate e dove c’è del rischio ogni giorno da dover prendere". L'azienda per cui lavora, spiega, fattura circa 10 miliardi di euro all'anno e dunque chi la gestisce non è detto che debba prendere stipendi ridotti: "Sia negli Stati Uniti che in Germania, sia in Francia che in Italia il presidente della Repubblica prende molto meno dei manager delle imprese".



© Riproduzione Riservata.