BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MALASANITA'/ Il feto è morto: i medici consigliano di abortire, ma il bambino invece stava benissimo

Pubblicazione:lunedì 24 marzo 2014

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Un nuovo caso di malasanità almeno stando a quanto saputo fino a questo momento? E' successo al Fatebenefratelli di Roma, lo racconta il quotidiano Il Mattino. Una donna in gravidanza era stata ricoverata al pronto soccorso, i medici avevano diagnosticato che il feto era morto e quindi bisognava procedere con un aborto terapeutico; comunque, avevano detto, alla quinta settimana si dovrà fare il raschiamento. Lei, Maria S., non ascolta i medici, non vuole abortire e il bambino nascerà perfettamente sano, e soprattutto vivo. Adesso la donna ha denunciato i medici che le avevano detto che il feto era morto: "Non si può precludere la vita di un bimbo innocente per una superficialità" dice la mamma. Lei non aveva creduto, spiega, nella diagnosi perché le era sembrata troppo frettolosa. I medici, tra l'altro, visto che lei non aveva voluto abortire, le avevano dato da prendere un medicinale per facilitare l'espulsione. Lei lo compra ma non lo assume. Va dal suo medico di base e insieme decidono di aspettare una settimana. Fanno una nuova ecografia e il risultato non lascia dubbi: il feto sta benissimo, è vivo. Ecco allora la denuncia: "Nei pronto soccorso il personale deve essere altamente qualificato. Non si può sbagliare con la vita. Se non avessi seguito il mio istinto sarei stata io stessa la carnefice di mio figlio".



© Riproduzione Riservata.