BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Infrastrutture Lombarde/ Compagnia delle Opere: ricostruzioni infondate, siamo estranei

In relazione alle notizie riportate dalla stampa, relativamente all'indagine in corso sui vertici di Infrastrutture Lombarde, Compagnia delle Opere smentisce ogni coinvolgimento

Bernhard Scholz (Foto: Infophoto)Bernhard Scholz (Foto: Infophoto)

Milano, 25 marzo 2014 - In relazione alle notizie riportate dalla stampa, relativamente all'indagine in corso sui vertici di Infrastrutture Lombarde, intendiamo smentire qualsiasi coinvolgimento di Compagnia delle Opere.
Pur trattandosi di indagini, e dovendo attendere che esse si completino da parte della Magistratura, ci preme ribadire che il ricondurre a CDO intenti politico-affaristici è del tutto infondato.
Come abbiamo precisato anche in altre circostanze, CDO non è un sistema inteso a favorire privilegi e guadagni illeciti e nulla ha a che fare con la partecipazione dei propri associati a bandi o appalti pubblici, per i quali non svolge alcuna attività di organizzazione o di rappresentanza. I frequenti riferimenti a "contesti relazionali e professionali", "ambienti riconducibili a...", "appartenenze al mondo di...", "…un articolato sistema ambientale..." sono le modalità con cui si cerca di ricondurre comportamenti individuali ad un centro di potere: così CDO viene chiamata in causa in modo assolutamente arbitrario a partire da un presupposto mai dimostrato.
CDO non promuove un centro di potere né vi partecipa, anzi, invita costantemente tutti i propri associati alla libertà e alla responsabilità delle proprie azioni ed è contrario alla propria cultura assicurare a chicchessia una corsia privilegiata o illecita.

Bernhard Scholz, presidente Compagnia delle Opere

© Riproduzione Riservata.