BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

OBAMA/ Sono grato a Papa Francesco: lui ci sfida

Il presidente degli Stati Uniti stamane incontrerà Papa Francesco. In tale occasione ha rilasciato una intervista al Corriere della sera in cui esprime la sua stima per Bergoglio

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

In occasione della visita a Roma di quest'oggi, il presidente degli Stati Uniti ha rilasciato una intervista al Corriere della sera. Come si sa, oltre a incontrare il capo dello stato e il capo del governo, Obama stamattina si recherà in visita in Vaticano dove incontrerà il Papa. Al proposito ha speso molte parole di lode nei suoi confronti: "Sono profondamente grato a Sua Santità per aver manifestato la volontà di ricevermi. Il Santo Padre ha ispirato le genti di tutto il mondo e anche me col suo impegno per la giustizia sociale e il suo messaggio di amore e compassione, specialmente per le persone che, tra tutti noi, sono più povere e vulnerabili. Lui non si limita a proclamare il Vangelo: lui lo vive" ha detto. Il Papa, ha aggiunto, ci ricorda che ognuno di noi ha la responsabilità individuale di vivere in modo retto e virtuoso. Parlando della grave crisi economica che sconvolge il mondo, Obama ha detto come il Papa ci ricorda che il problema economica al fondo sia un problema etico: "Io credo che, incalzandoci di continuo, il Papa ci metta sotto gli occhi il pericolo di abituarci alle sperequazioni. Di abituarci, cioè, a questo tipo di disuguaglianze estreme fino ad accettarlo come normale. È un errore che non dobbiamo commettere. Credo che questo sarà uno dei principali temi della nostra conversazione". Anche se non siamo d'accordo su tutti i temi che affronta, ha detto ancora, la sua è una voce che il mondo deve ascoltare, il Papa ci sfida, ci implora a ricordarci della gente, della povera gente. 

© Riproduzione Riservata.