BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IOR/ Ettore Gotti Tedeschi, il Tribunale di Roma esclude ogni responsabilità

Ettore Gotti Tedeschi (InfoPhoto)Ettore Gotti Tedeschi (InfoPhoto)

Anche l’addebito mosso dai Consiglieri a Ettore Gotti Tedeschi di non aver saputo interagire con il Management "appare essere stato, oggi con palese evidenza, frutto di un grave errore di valutazione da parte di coloro che non avevano compreso le buone ragioni per le quali il Presidente non aveva riposto fiducia nelle condotte adottate dalla Direzione dell’Istituto, le cui persone oggi non ricoprono più il loro ruolo per le note vicende".

Nella richiesta di archiviazione si leggono le motivazioni in base alle quali, in data 4 luglio 2013, la Procura della Repubblica di Roma ha chiesto l’archiviazione nei confronti dell’ex Presidente dello Ior, mentre ha inteso portare avanti l’accusa nei confronti di altri soggetti, ritenuti gli effettivi autori delle condotte incriminate, in ordine alle quali riteneva di aver acquisito documentazione. In sintesi detto decreto di archiviazione, unitamente a vari fatti che verranno di seguito affrontati, "spiega e sancisce inequivocabilmente che il dottor Gotti Tedeschi, nella sua qualità di Presidente Ior ha ben operato,  per il bene della Chiesa e secondo il mandato ricevuto da Benedetto XVI, ma che è stato ostacolato nel perseguimento di tale azione dalla Direzione dell’Istituto, di cui si conferma infatti il coinvolgimento nella prosecuzione dell’indagine". E’ per questa ragione che Ettore Gotti Tedeschi, "dopo un lungo periodo di silenzio ed attesa, ha incaricato i propri avvocati, ora che la vicenda è stata chiarita da una ineccepibile indagine della magistratura italiana, di prendere una serie di iniziative in sede giudiziaria per reagire ai numerosi attacchi mediatici tesi a denigrare la propria figura umana e professionale,  essendo deciso a dimostrare anche per le vie giudiziali l’infondatezza delle accuse che gli sono state mosse dai Consiglieri al momento della sua estromissione".

© Riproduzione Riservata.