BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

GOLOSARIA 2014/ Un assaggio di primavera tra i castelli del Monferrato

In attesa dell'arrivo della primavera, PAOLO MASSOBRIO ci invita alla Golosaria 2014 che quest'anno, l'8 e il 9 marzo, diventa una rassegna itinerante tra i castelli del Monferrato

Paolo Massobrio e Marco GattiPaolo Massobrio e Marco Gatti

Quando scoppia la primavera, alla fine non ce ne accorgiamo (e diciamola la mitica frase: "non ci sono più le mezze stagioni"). E invece la luce delle giornate che si allungano è qualcosa che mette energia, è una promessa. La dico grossa: è qualcosa che Dio ha inventato per darci la forza di andare avanti, con la curiosità di vedere una promessa. Promette passeggiate, raccolti, tepori, gusti e chi più ne ha più ne mette. Il prologo della primavera, da otto anni, a casa mia si chiama Golosaria tra i castelli del Monferrato, un festival incredibile dove in un solo week end (in questo caso l'8 e 9 marzo) si aprono i castelli, le case nobili, i paesi, con loro piazze, che nessun'altra generazione saprebbe mai più immaginare in quel modo. Golosaria perché vengono i produttori del mio libro “Il Golosario”, che espongono e vendono nel maestoso castello di Casale Monferrato (sono 60) mentre altri sono disseminati nei paesi, fino a 200 unità che propongono cose buone.

Nel castello di Uviglie ci saranno 30 produttori di bollicine, fra vigneron dello Champagne e produttori italiani di brut da vitigni autoctoni (una vera chicca). A Murisengo, il castello ospita i produttori locali di cose buone (tutti da conoscere), mentre nei castelli di Camino e di Gabiano, i manieri del XI secolo, tra i più belli che ci ha consegnato la storia, si degustano i vini. A Vignale Monferrato si accende la piazza coi prodotti a denominazione comunale, mentre a Serralunga di Crea si inaugura la prima grignolinoteca dedicata al vino simbolo del Monferrato: il Grignolino. E poi musica, libri (Giovanni Storti a Vignale presenta il suo libro, mentre a Murisengo toccherà a quello sul Titanic italiano, la Principessa Mafalda dove sarebbero dovuti salire i genitori di Papa Bergoglio).

E che dire degli internot di Fubine e della cucina sulle stufe a Lu Monferrato, mentre a Grana si raduneranno i comuni che hanno la denominazione comunale sull'agnolotto e a Casorzo si ballerà il tango argentino. Cercate il castello di Piea o quello di Giarole, entrambi da visitare, mentre a Mirabello Monferrato si raduneranno i Comuni virtuosi d'Italia, che hanno fatto un'associazione, cosi come i Comuni a denominazione comunale che lanceranno il loro sodalizio a Vignale. A Montemagno si fa l'asin trekking, e a Grazzano Badoglio dove riposa Aleramo primo marchese del Monferrato (anno 961) tutti i cortili delle case nobili saranno a disposizione del pubblico abbinati a un produttore di vino.