BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FECONDAZIONE ETEROLOGA/ Ecco cosa cambia dopo la sentenza della Corte costituzionale

Cosa cambia dopo la sentenza della Consulta sulla fecondazione eterologa? In sostanza decade solo il divieto di praticarla, tutte le altre norme previste dalla legge 40 restano uguali

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Una sentenza che spacca in due l'Italia e rimette in discussione l'intera legge 40.  Ma vediamo cosa cambia esattamente dopo la sentenza di ieri che ha definito incostituzionale il divieto di fecondazione eterologa. Decade appunto il comma 3 dell'articolo 4 della legge che vietava la fecondazione assistita eterologa, diventando esecutivo il giorno successivo alla pubblicazione della sentenza sulla Gazzetta ufficiale, prevista fra circa un mese. Rimangono validi i limiti stabiliti dalla legge e cioè l'utilizzo di tale procreazione assistita sarà possibile a "coppie di maggiorenni di sesso diverso, coniugate o conviventi, in età potenzialmente fertile, entrambi viventi". Resta sempre valido anche il divieto di commercializzare i gameti; inoltre donatore o donatrice dovranno restare anonimi e agire gratuitamente. Resterà vietato anche disconoscere il figlio come dice l'articolo 9 della legge. Sostanzialmente dunque decade solo il divieto di fecondazione eterologa così come lo era oggi.

© Riproduzione Riservata.