BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOZZE GAY/ Grosseto, giudice impone il riconoscimento di matrimonio celebrato all'estero

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Il tribunale di Grosseto ha accolto il ricorso di una coppia gay che si era sposata nel 2012 a New York. La coppia aveva fatto richiesta di essere iscritta nel registro dello stato civile del comune di residenza, ma la richiesta era stata rifiutata. Adesso il giudice ordina che la registrazione venga fatta in quanto, si legge nella sentenza, "nel codice civile non si individua alcun riferimento al sesso in relazione alle condizioni necessarie al matrimonio". Per l'ufficiale di stato civile del comune invece non si può fare perché "la normativa italiana non consente a persone dello stesso sesso di contrarre matrimonio". La legge italiana, ribatte il giudice, non impedisce invece in alcun modo di trascrivere l'atto di un matrimonio celebrato all'estero e la trascrizione inoltre non ha significato "costitutivo ma soltanto certificativo e di pubblicità di un atto già valido di per sé". 



© Riproduzione Riservata.
 

COMMENTI
10/04/2014 - commento (francesco taddei)

la magistratura fa politica? l'europa ci toglie sovranità? gli italiani accettano di essere trattati come oggetti, non hanno identità. nè come italiani nè come uomini. chi siamo noi per giudicare? non siamo più uomini, non abbiamo più nessun giudizio.