BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 10 aprile si celebra il beato Antonio Neyrot da Rivoli

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

Fu giudicato e condannato a morte: prima di essere lapidato, egli tolse il suo abito religioso e lo consegnò ai suoi carnefici, raccomandando loro di conservarlo con cura perché esso avrebbe garantito loro il perdono. Poi si avviò al martirio, che avvenne tramite lapidazione. Era il giorno 10 Aprile, Giovedì Santo. Il corpo di Antonio fu bruciato, ma non arse: allora fu buttato in una fossa. Ma i mercanti genovesi lo recuperano e lo rimandarono alla città natale del beato, Rivoli. A Tetti Neirotti, frazione di Rivoli, si conserva una pala sulla quale è raffigurato il martirio di beato Antonio Neyrot, da cui la frazione prende anche il suo nome (Neirotti).

© Riproduzione Riservata.