BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCAMBIO EMBRIONI/ Esposto in procura di una delle donne: sono miei e li rivoglio

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Finisce in tribunale il caso dello scambio degli embrioni accaduto all'ospedale Sandro Pertini di Roma. Una delle  donne appartenenti alle quattro coppie vittime del caos accaduto ha presentato infatti un esposto alla procura, dicendo chiaramente che se quegli embrioni impiantanti in un'altra donna sono i suoi, li rivuole. Insomma si profila una incredibile e assurda storia, nella speranza che i futuri nascituri non sappiano mai cosa è loro successo. In una intervista al quotidiano La Stampa la donna ha raccontato cosa sarebbe successo: "Era il 4 dicembre, eravamo quattro coppie. A un certo punto mi chiamano per il trasferimento, ma dopo pochi minuti mi rifanno uscire e chiamano un'altra donna: mi ricordo che l'anno di nascita ero il mio e il cognome molto simile". Chiede spiegazioni a un'infermiera e si sente rispondere: "Non voleva mica che le impiantassimo gli embrioni di un'altra?". Insomma, oltre al danno la beffa. Quindi alla donna bastano due conti: "Eravamo in 4 coppie quel giorni, due non hanno avuto niente da ridire, evidentemente sono certi che i feti abbiamo il loro patrimonio genetico, una è quella che ha denunciato l'accaduto e infine ci sono io e mio marito, noi siamo gli unici a cui l'impianto non è andato a buon fine. A chi appartengono dunque quei bambini?". La storia intanto sta finendo sulle prime pagine di molti quotidiani di tutto il mondo, una storia che fa davvero venire i brividi. 



© Riproduzione Riservata.