BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CROCE ROSSA/ Taglio personale: lavoratori verso lo sciopero generale?

In vista del taglio di circa 1500 precari che lavorano su ambulanze e strutture di soccorso, i sindacati della Croce Rossa italiana si preparano allo sciopero generale

Croce Rossa ItalianaCroce Rossa Italiana

I lavoratori della Croce Rossa italiana si preparano alla mobilitazione generale. Nella mattinata di giovedì 17 aprile le federazioni sindacali di categoria (Cgil, Cisl, Uil e Cisal) hanno alzato il livello di protesta: “A rischio il futuro di 4.000 famiglie e quello dei servizi essenziali di emergenza ai cittadini". Infatti, secondo i piani redatti dai quadri dirigenti della Cri, sarebbero previsto un sensibile taglio dell’organico che riguarderebbe circa 1.500 precari che lavorano su ambulanze e in strutture di soccorso. Una misura che si somma alla riduzione di stipendio che ha toccato le buste paga del personale in servizio. Questa la nota firmata congiuntamente da Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Pa e Fialp-Cisal, che combattono al fianco dei lavoratori: “Abbiamo dato mandato ai nostri legali di impugnare tutti gli atti della Cri di fronte ai Tribunali amministrativi regionali”, aggiungendo: “Avvieremo subito le procedure per la proclamazione dello sciopero, che si farà entro fine maggio con una grande manifestazione nazionale a Roma”. è dunque fissata a venerdì 9 maggio ta un’assemblea nazionale e un presidio davanti al Ministero della salute, nel mirino degli stessi sindacati che chiedono al Miur di rispettare “gli impegni presi dopo la manifestazione del 7 aprile” e convocare “convochi subito i rappresentanti dei lavoratori”. Infine, si legge: “Siamo i primi a voler riorganizzare la Cri. Ma su livelli occupazionali, retribuzioni e tutela dei servizi non arretreremo di un passo”. 

© Riproduzione Riservata.