BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERA/ Un detenuto: qui vedo la Croce cambiare la gente

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Mi stupisce poi come Papa Francesco presti tanta attenzione a noi detenuti (e lo stiamo vedendo anche in questi giorni), sicuramente Lui non lo fa per "mandato istituzionale" o perché gli viene imposto, così come l'Europa sta facendo nei confronti dello Stato italiano. È un amore all'Uomo, alla Persona che sentiamo arrivare direttamente a ciascuno di noi, al nostro cuore.

Ieri pomeriggio, Venerdì Santo, sono andato alla Via Crucis. Ho baciato il Cristo con le braccia stese sulla Croce e, ancora una volta con non poca commozione, ho pensato anche al mio amico cinese. Sì, perché oltre 2000 anni fa, quel Cristo si è "caricato" la colpa di tutto il genere umano, e da quel momento, dalla Sua morte, tutti hanno guadagnato l'innocenza e sono stati resi uguali. Pronti per ricominciare una storia diversa e un cammino nuovo di salvezza da compiere insieme. Buona Pasqua a tutti.

Antonio 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.