BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CRISTO DI WOJTYLA/ Si spezza il monumento del Cristo Redentore a Brescia: morto uno studente

Un improvviso cedimento del monumento alto trenta metri dedicato a papa Giovanni Paolo II ha causato la morte di uno studente rimasto schiacciato dalla struttura

La croce del Cristo RedentoreLa croce del Cristo Redentore

Terribile incidente a Cevo, in Valcamonica nel bresciano: si è improvvisamente spezzato il grande monumento in onore di Papa Giovanni Paolo II, il cosiddetto "Cristo Redentore" alto trenta metri. Sul posto al momento dell'incidente era presente una scolaresca in gita scolastica e purtroppo uno degli studenti è rimasto schiacciato dal monumento morendo sul colpo. La croce, simbolicamente curvata come quella che caratterizzava il bastone pontificio di Wojtyla, era stata eretta bel settembre 1998 in occasione della visita del Papa a Brescia ed era stata progettata e realizzata dall'artista oggi scomparso Enrico Job. Nel 2005 la scultura era stata trasportata in Valcamonica. Si indaga adesso per capire come sia stato possibile il crollo, se segni di cedimento fossero stati osservati in precedenza. Qualcuno parla di coincidenze inquietanti: non solo il monumento era dedicato a uno dei due papi che sarà fatto santo domenica, ma il giovane ucciso, Marco Gusmini, abitava a Lovere in via Giovanni XXIII, l'altro papa che sarà fatto santo nello stesso giorno. Secondo le prime testimonianze il ragazzo si sarebbe accorto che il monumento stava cedendo cercando di allontanarsi ma senza fare in tempo

© Riproduzione Riservata.