BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CANONIZZAZIONE PAPI/ Cos’è e cosa significa canonizzazione

Si celebra oggi a Roma la canonizzazione dei due Papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Vediamo cos'è e cosa significa la parola canonizzazione per la Chiesa

Infophoto Infophoto

Si celebra oggi a Roma la canonizzazione dei due Papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Ma che cos’è la canonizzazione? Secondo la celebre enciclopedia Treccani, si tratta della “sentenza definitiva con cui il papa, con atto che coinvolge la sua infallibilità, stabilisce che un beato venga iscritto nel catalogo dei santi e che la sua memoria si possa celebrare nella Chiesa universale. Normalmente è preceduta dalla beatificazione, atto che permette il culto di un servo di Dio in un luogo particolare (diocesi, nazione, istituto religioso ecc.). Con questo atto, quindi, la Chiesa riconosce e glorifica la santità di Dio, fonte di ogni nostro bene, che si riverbera in un’anima eletta, come la luce del sole si riflette nelle cose che esso illumina con il suo splendore.

Con questo atto di fatto il Papa dichiara che il fedele defunto si trova in Paradiso, che ha meritato di giungervi esercitando delle virtù eroiche che valgono d’esempio per tutta la Chiesa e proprio per questo prescrive che venga reso un culto pubblico al fedele. All’interno del rito di canonizzazione, il Santo Padre procede all’iscrizione della persona nel registro dei santi. Con questo atto la Chiesa impone ai fedeli di venerare quel servo di Dio come un santo. Il registro dei santi è cosa diverso dal Martirologio, che è la lista che racchiude non solo tutti i santi canonizzati, ma anche i beati. La differenza tra beatificazione e canonizzazione sta nel fatto che la prima rende possibile il culto di una persona, mentre la seconda impone ai fedeli di credere esplicitamente alla realtà della gloria e delle virtù del santo. A questo scopo sono predisposti i processi di beatificazione e canonizzazione, con cui la Chiesa verifica puntigliosamente le virtù del fedele defunto. I miracoli vengono presi in considerazione come segni che attestano la virtù eroica.

© Riproduzione Riservata.