BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERA/ Cosa centra il ragazzo morto per la croce di Wojtyla con i papi santi?

Pubblicazione:lunedì 28 aprile 2014

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Il vero guaio di tutta questa allerta mediatica sulla canonizzazione dei due papi sta nella possibilità che l’effluvio di immagini e di parole ci stordisca a tal punto, da non muoverci più, da non farci sentire tutto il contraccolpo di un fatto dove è evidente l’impronta e la mano di Dio. Noi non sappiamo perché al Dosso dell’Androla sia morto un uomo e non sappiamo perché Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II siano così intimamente legati; quello che sappiamo, e che ci dà forza e speranza, è che attraverso tutto questo ci afferra un terribile tarlo, quasi un tormento: l’indomita percezione di non essere soli, di avere Qualcuno che – con grande semplicità – si prende cura di noi. Facciamo in modo di non farci distrarre da altro, di non perderci proprio questo: apriamo gli occhi e lasciamo entrare tutta la portata di questo evento. 

Con un unico desiderio: quello di essere ancora di più aiutati, fragili e bestiali come sempre, a lasciare entrare nel cuore tutta la portata del volto di nostro figlio, del sorriso di nostra moglie, del contraccolpo drammatico di ogni fatto della vita. Perché in ogni fatto della vita si cela uno sguardo, lo sguardo di Uno che ci aspetta.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.