BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERENISSIMI/ Casarini: un caso "montato" per coprire le colpe dello Stato

Pubblicazione:

Franco Rocchetta (Infophoto)  Franco Rocchetta (Infophoto)

Avere una visione chiara contro il razzismo e la xenofobia e una richiesta di rottura dei confini tradizionali, e non costruire altre piccole gabbie dove si pensa che tutto sia risolto. Indipendentismo significa combattere La lega nord per il bene dei veneti. 

 

Facendo un po' di dietrologia, colpisce che questo blitz sia avvenuto poco dopo il referendum che avrebbe visto la vittoria dei secessionisti veneti, organizzato dallo stesso Rocchetta.

Credo che politicamente ci sia un legame fra il referendum e questo blitz. Ormai in Italia ma non da oggi si pensa di far politica con i carabinieri. Ma non sottovaluterei che quanto accaduto verrà utilizzato dalla Lega di Salvini per snaturare, assorbire l'episodio a proprio vantaggio. Fa più comodo alla Lega quello che è successo, così come fa comodo allo Stato centrale creare il mostro del terrorismo piuttosto che affrontare il vero problema.

 

In conclusione?

Lega nord e Stato centrale sono due facce della stessa medaglia come lo sono Le Pen e gli statalisti di sinistra francesi. Quanto accaduto merita attenzione, non è un episodio folcloristico. E poi secondo me c'è da denunciare i metodi polizieschi che si usano.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
03/04/2014 - Critiche all'articolo sui Serenissimi (Gianluigi Lonardi)

Il Sig. Casarini, che io considero uno dei responsabili del sacco di Genova, dice alcune cose che condivido ed altre secondo me non vere. Finché resta nel solco dei discorsi della piccola impresa, delle tasse ecc.ecc. siamo tutti daccordo, però quando dà la sua spiegazione delle motivazioni non lo seguo più perché: 1) Non è vero che la Lega lancia la Padania ed elimina il Veneto. Il progetto allora detto e spiegato era "Veneto libero nella Padania Federale", questo semplicemente perché si riteneva, e io lo ritengo ancora, che tutte insieme le regioni del nord avrebbero potuto contare ed ottenere di più. 2) La lega non è nemica del decentramento e lo ha dimostrato con le riforme, approvate, della Devoluzione e del Federalismo Fiscale. Entrambe queste riforme sono state fortemente ostacolate e poi disattese dalla parte politica del Sig. Casarini. 3) A quanto ne so la modifica del titolo V della costituzione che viene criticato è quello dell'onorevole Bassanini, approvato dalla sola sinistra. 4) Razzismo: per trovare queste brutture bisogna rifarsi a movimenti socialisti o nazionalsocialisti, tutte idee con cui la Lega non ha niente a che fare. Sfido chiunque a provare il contrario. 5) Indipendentismo secondo me non significa combattere la Lega ma le falsità del Sig. Casarini. Perlomeno ci renderebbe liberi da tante bugie.