BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Papa Francesco/ Non sono comunista

Papa Bergoglio ha parlato della povertà e della potenza della preghiera. A chi lo definisce comunista risponde che i poveri sono il cuore del Vangelo e spiega di cosa aver paura

Papa Bergoglio (Foto: Infophoto)Papa Bergoglio (Foto: Infophoto)

Il Papa ha esortato i fedeli a portare con se un piccolo libro dei Vangeli, da leggere spesso e di dotarsi di "Misericordina", la coroncina del Santo Rosario per risolvere i problemi del cuore. Proprio per questo motivo durante l'Angelus di domani saranno distribuite migliaia di copie tascabili del Vangelo. E in un video diffuso dal sito belga deredactie.be Papa Bergoglio ha parlato di chi lo definisce un prete "comunista". "Questo è il cuore del Vangelo, io sono credente in Dio e in Gesù Cristo, per me il cuore del Vangelo è nei poveri. Ho sentito due mesi fa che una persona ha detto: con questo parlare dei poveri, questo Papa è un comunista! No questa è una bandiera del Vangelo, la povertà senza ideologia, i poveri sono al centro del Vangelo di Gesù", ha ribadito Bergoglio. E confessa ai giovani fiamminghi, di aver paura di se stesso. "Nel Vangelo Gesù ripete tante volte: 'Non abbiate paura!' - afferma -. Tante volte lo dice, perché lui sa che la paura è una cosa normale, tra virgolette: abbiamo paura delle sfide della vita, paura davanti a Dio. Tutti abbiamo paura, tutti, non dobbiamo preoccuparci di aver paura... Devi cercare di chiarire la situazione. C'è una paura cattiva e una paura buona: quest'ultima è la prudenza. Quella cattiva ti annienta, non ti lascia fare, e questa dobbiamo buttarla fuori".

© Riproduzione Riservata.