BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EUGENIO SCALFARI/ La "questione seria" dei suoi 90 anni

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Eugenio Scalfari (Infophoto)  Eugenio Scalfari (Infophoto)

Caro Scalfari, in questo giorno di compleanno è quanto mai affascinante con lei riaffermare che la vita porta dentro una traccia di positività interessante e nel cui solco ci si apre al futuro. Questa conquista di uno sguardo positivo è un altro tratto del suo cammino. Quante volte di fronte alle questioni italiane o a quelle internazionali lei ha dato sfoggio delle sue capacità di analisi; devo riconoscerglielo, lei sa muoversi dentro l'intricato mondo della politica e dell'economia, e spesso ne svela gli ostacoli apparentemente insormontabili; nello stesso tempo devo ammettere che nulla riesce a fermarla. Leggendola, in questi anni, ho imparato che dentro tutte le situazioni, anche le più difficili, vi è uno spiraglio che apre le porte ad una soluzione nuova.

Questo è un tratto della sua personalità che ha conquistato in questi anni: non ha mai rinunciato all'analisi, ma è quanto mai evidente che non le basta, lei cerca sempre un pertugio attraverso cui passare per costruire un bene per la gente, per rispondere al suo bisogno.

Novant'anni sono un bel traguardo, oggi rappresentano il trampolino di lancio a scoprire qualcosa di nuovo e glielo auguro di cuore. Proprio perché la verità è una relazione, sono certo che ci aspettano sorprese che oggi nemmeno immaginiamo.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
08/04/2014 - Scalfari (Carla D'Agostino Ungaretti)

Umanamente auguro di cuore a Scalfari ancora una lunga vita in buona salute fisica e mentale, soprattutto perché Qualcuno possa avere il tempo di scalfire quella sua corazza relativista che gli impedisce di credere in un'unica Verità. O meglio, di cominciare a pensare che, visto che secondo lui, esistono tante verità, può darsi che esista anche la Verità di credere che non ci si può salvare con le nostre sole forze, ma per l'intervento di quel Qualcuno che ha saldato, per nostro conto, un debito che non avremmo mai potuto estinguere da soli. Coraggio, Scalfari! Faccia per un momento un piccolo atto di umiltà e ci pensi. Dopotutto Pascal aveva ragione: conviene scommettere su Dio, se esiste guadagneremo tutto, se non esiste non perderemo nulla.