BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Il 6 aprile si celebra San Pietro da Verona

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Secondo l'agiografia, prima di morire San Pietro avrebbe intinto un dito nel proprio sangue per poi scrivere la parola Credo per terra. Va peraltro ricordato come il suo uccisore si sarebbe in seguito pentito sino a rientrare nell'alveo della Chiesa cattolica e morire in fama di santità a Forlì, presso il locale convento domenicano. Come fece del resto uno di coloro che avevano ordito il suo assassinio, il vescovo Daniele da Giussano. Immediatamente trasportato a Milano, il corpo di San Pietro fu oggetto di esequie cui partecipò una grande folla commossa, per poi essere sepolto nel cimitero dei Martiri, nei pressi del convento di Sant'Eustorgio. L'immediata diffusione di notizie riguardanti prodigi e il clamore suscitato dall'episodio spinsero ben presto Innocenzo IV a canonizzarlo nella chiesa domenicana di Perugia, il 9 marzo del 1953, dando il via ad un culto estremamente fiorente. In ogni parte del mondo i domenicani provvidero ad innalzare chiese e cappelle a lui dedicate, mentre molti artisti lo raffiguravano nelle loro opere e molte città italiane lo eleggevano a loro protettore, tra cui Verona, Cremona, Vicenza, Cesena, Spoleto, Como, Rieti e Piacenza.

© Riproduzione Riservata.