BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MOLFETTA/ Padre e figlio morti in una cisterna: volevano salvare un collega

Due persone, padre e figlio, sono morte annegate in una cisterna in cui si erano calati per cercare di salvare un collega colto da malore. E' successo a Molfetta in provincia di Bari

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Tragedia del lavoro alla periferia di Molfetta in provincia di Bari. Un padre, Nicola Rizzi di 50 anni e il figlio Vincenzo di 28 sono morti annegati in una cisterna. Vi si erano calati nel tentativo di soccorrere un loro collega che vi si trovava intento alla pulizia della cisterna stessa e che era stato colto da un malore improvviso. La cisterna fa parte di una azienda che vende prodotti ittici, il padre e il figlio morti erano invece dipendenti di una impresa di pulizie che si occupa di questo tipo di interventi. L'unica notizia positiva è che la persona che i due cercavano di salvare è poi stata tratta in salvo, ma resta la tragedia di una famiglia spezzata. Adesso le autorità stanno cercando di capire la dinamica dei fatti per chiarire eventuali responsabilità esterne. Nel marzo del 2008 poco lontano da dove oggi è successo questo episodio, cinque operai morirono proprio dentro una cisterna simile.

© Riproduzione Riservata.