BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

EQUITALIA/ Otto arresti: il blitz della Guardia di Finanza, tangenti per non pagare i debiti

Si apre lo scandalo Equitalia: la Guardia di finanza ha arrestato diversi funzionari con l'accusa di aver preso tangenti per nascondere i debiti di molte aziende, otto gli arresti al momento

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Sarebbero otto le persone arrestate e almeno venti le perquisizioni in atto negli uffici di Equitalia, l'agenzia di riscossioni tasse, in un blitz messo a punto dalla Guardia di finanza. Tra gli arrestati il funzionario di Equitalia Sud, Salvatore Fedele, la moglie e diversi tra imprenditori e commercialisti. Peruisito invece l'ufficio del direttore di Equitalia della regione Lazio Alessandro Migliaccio così come quello del direttore regione Calabria, Giovanbattista Sabia. Le accuse sono quelle di corruzione, concussione, bancarotta fraudolenta, truffa aggravata e riciclaggio. In pratica, diverse società ed aziende pagavano tangenti ai funzionari di Equitalia tra i 3mila e i 10mila euro per avere dilazioni sui debiti da pagare all'agenzia, in molti casi sembra che dopo aver versato le prime due rate non pagassero più nulla. Si parla di un danno di circa 17 milioni di euro non versati, ma siamo solo all'inizio dell'inchiesta e alla fine la cifra potrà essere di gran lunga superiore: centinaia infatti le aziende ancora da controllare. 

© Riproduzione Riservata.