BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Maremma Wine&Food Shire/ C'è modo migliore per raccontare l'Italia?

briganti Maremma briganti Maremma

Cercherò i pescatori della laguna di Orbetello, che insegnano come si cucina un pesce povero. E chiederò a Federico Ferrero, il vincitore di Masterchef alle 19 di sabato a Grosseto, cosa ne pensa della spesa in questa zona, fra pesce, legumi, carni, caci e salumi... e anche zafferano. C'è un ragazzo che stimo moltissimo, Pierpaolo Pincelli Bernard che ha creato la Bottega Maremmana, per vendere i migliori prodotti dei piccolissimi produttori on line. E va avanti con passione, dimostrando che basta buona volontà per promuovere e vivere dei tesori che ci sono in una terra. Il suo sito è www.bottegamaremmana.com. ed è da visitare. E forse anche da imitare. Dalla Maremma, insomma, non si vuole venir via: è una passione, non ci sono dubbi: è come il Mal d'Africa. Sandro Vannucci, volto noto di Linea verde, ha preso dimora qui, come tanti altri personaggi. E domenica arriverà a cavallo a capo della carovana della via Clodia, in città. Io andrò in giro coi Briganti della Maremnma a fare i canti di maggio, mentre la Dante Alighieri di Roma, ha inventato un gioco, “adotta una parola”, per far conoscere l'identità della Maremma a chi verrà tra gli stand e userà lo smart phone per twittare.

Ci sarà musica, teatro, gusto, ma anche silenzio. Ora mi chiedo: c'è un modo migliore di questo per raccontare l'Italia? Eccolo il segreto mai scritto dei territori che si preparano all'Expo ma non ce la fanno: fermarsi a pensare, con una regia certa e coi giovani e mettere in piazza, cioè a sistema, tutto ciò che vale. Ma chi lo sta facendo davvero? Datemi ancora un poco di tortelli amici!

© Riproduzione Riservata.