BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA FRANCESCO/ Per la prima volta un pontefice apre l'assemblea della Cei

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Le prime volte di Papa Francesco sono qualcosa che sta segnando il suo pontificato; certamente la decisione di aprire, prima volta di un pontefice, l'assemblea dei vescovi italiani, ha un significato particolare che già ha scatenato molte dietrologie. Sta di fatto che Bergoglio ha tenuto poc'anzi la prolusione di inizio della 66esima assemblea della Cei. Prolusione aperta con un invito all'unità dei vescovi e della Chiesa. Le divisioni deturpano la Chiesa, ha detto: ''Un giornale ha scritto dei membri della presidenza Cei: questo è del Papa, quello no. Ma la presidenza sono tutti uomini del Papa". Nulla giustifica la divisione, ha continuato. la povertà di comunione è lo scandalo più grande. Come pastori dobbiamo fuggire la tentazione, la gestione personalistica del tempo, le chiacchiere che diventano bugie, la durezza di chi giudica...il rodersi della gelosia, l'invidia. Quanto è vuoto il cielo di chi è ossessionato da se stesso" ha detto ancora, invitando a non andare a cercare nel passato le certezze perdute ed evitando l'atteggiamento di difendere l'unità umiliando la diversità. Nel suo discorso ha poi chiesto alcuni impegni precisi: essere pastori di una Chiesa che è comunità del Risorto; l'attenzione per i disoccupati, i cassaintegrati e i precari; l'abbraccio accogliente agli immigrati. Quindi la tolleranza verso chi soffre nella famiglia: "Non trascurate di chinarvi con compassione su chi è ferito negli affetti e vede compromesso il suo progetto di vita", aggiungendo che i vescovi devono "farsi voce convinta di quella che è la prima cellula della società, la famiglia appunto. Testimoniatene la centralità e la bellezza, promuovete la vita del concepito come quella dell'anziano, sostenete i genitori nel difficile ed entusiasmante cammino educativo".



© Riproduzione Riservata.