BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STRAGE DI SANTHIA'/ Chi può insegnare la pietà a Lorenzo?

Pubblicazione:lunedì 19 maggio 2014

Infophoto Infophoto

La nostra società ha in un certo senso però rinunciato ad educare la nostra natura, che è buona e cattiva insieme, e a dare alla nostra anima gli strumenti per scegliere il bene invece del male. Anzi, oggi all'anima non ci crediamo, oppure diciamo, in una sorta di nuova, estesa ideologia animalista, che anche gli animali ce l'hanno come noi, il che vuol dire che noi ce l'abbiamo come gli animali (anzi, c'è chi dice che loro sono più buoni, perché, appunto, più naturali). 

L'altra cosa che diciamo a noi stessi è che tutto si equivale, che tutto è uguale: essere maschi o femmine, avere un padre, due o tre, e una madre, o nessuna. Si chiama relativismo, e veramente sembra che quasi nessuno abbia più le ragioni per indicarlo, il bene, neppure molti di coloro che si professano credenti. Una coscienza diseducata e una natura lasciata alle proprie reazioni, come e peggio degli animali, non può portarci molto lontano. E se in una sera di maggio in un appartamento qualsiasi di una città di provincia italiana, i residuali e sempre più labili freni inibitori sono annullati da una dose di cocaina…



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
19/05/2014 - Il Signore ci aiuti. (claudia mazzola)

Si evince da questi fatti che il male esiste e si chiama: diavolo!Che Gesù mi insegni ad avere pietà di tutti, ne ho bisogno.