BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAPA FRANCESCO/ Video, in preghiera al Muro del Pianto, il testo del suo messaggio

Ultimo giorno di visita di Bergoglio in Terra santa. Stamane presto il papa si è recato al Muro del Pianto dove ha lasciato la sua preghiera, ecco cosa c'era scritto

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Ultimo giorno della visita di Papa Francesco in Terra Santa, una visita ricca di momenti di grande impatto. Stamattina prima delle 7 Francesco si è recato alla spianata delle Moschee a Gerusalemme, luogo simbolo per i musulmani ma anche per gli ebrei della Città Santa. Qui, alla Cupola della Roccia, è stato accolto dal Gran Mufti. Il papa togliendosi le scarpe ha visitato la moschea e poi ha incontrato le autorità islamiche. "Rispettiamoci e amiamoci gli uni gli altri come fratelli e sorelle!  Impariamo a comprendere il dolore dell’altro! Nessuno strumentalizzi per la violenza il nome di Dio! Lavoriamo insieme per la giustizia e per la pace!" ha detto. Ha quindi lanciato un ulteriore appello per la pace dal luogo simbolo, ha detto, per musulmani, cristiani ed ebrei. Il Gran Mufti gli ha risposto che non potrà esserci pace fino a quando ci sarà occupazione. Quindi si è recato al muro del pianto, i resti del tempio di Salomone distrutto dai romani e ha come da consuetudine inserito il suo messaggio tra le pietre del muro. Ecco cosa c'era scritto: "O Signore, Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, Dio di Gesù Nazareno, dal cuore di questa santa Città, patria spirituale di Ebrei, Cristiani e Musulmani, faccio mia l’invocazione dei pellegrini che salivano esultanti al tuo tempio: “Chiedete pace per Gerusalemme: vivano sicuri quelli che ti amano; sia pace nelle tue mura, sicurezza nei tuoi palazzi. Per i miei fratelli e i miei amici Io dirò: ‘Su te sia pace!’. Per la casa del Signore nostro Dio, chiederò per te il bene”. Oggi il papa incontrerà i due gran rabbini di Israele, il presidente Peres e infine il premier Netanyahu, il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo e verso le 16,20 italiane la messa nel Cenacolo.

© Riproduzione Riservata.