BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIVORZIO BREVE/ La politica contro la famiglia: tutte le colpe dei cattolici

Pubblicazione:domenica 15 giugno 2014

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Non stupisce quindi che nell'indifferenza generale in questo disegno di legge siano scomparsi anche i bambini e l'interesse primario dell'infanzia. Conta solo l'accordo tra i genitori, il loro diritto a provare ad essere felici un'altra volta! Che tutti siano felici è un auspicio condiviso, ma che questa sia la strada giusta è tutto da verificare! Vorremmo una prevenzione dal divorzio ma non c'è! Vorremmo interventi concreti per aiutare le famiglie giovani quando compaiono i primi sintomi di crisi, ma non ci sono! 

C'è solo la possibilità di dire: è tutto finito, andate in pace, se potete! A noi tocca immaginare un futuro migliore per le future coppie, perché finora abbiamo sbagliato molte cose, forse troppe! Come politici di ispirazione cattolica sappiamo da dove ricominciare: dalla famiglia! Perché la famiglia, ogni famiglia ci riguarda, e non possiamo sottrarci alla responsabilità di porre un argine alla sua crescente fragilità!

Ma non basta rimandare le cose al Senato, sperando ingenuamente che lì potranno fare più e meglio di noi! Occorre mobilitare l'opinione pubblica  ponendo loro tre semplici domande: 

Se come è auspicabile, ti interessa davvero la famiglia, come pensi che si possano aiutare le coppie in crisi?

Pensi che l'aiuto alla famiglia, per rafforzarne i legami interni, sia un fatto esclusivamente privato o interessi la società?

Sapresti indicare alcuni eventi sentinella che permettono di capire quando una coppia è in difficoltà? 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.