BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

"W la Barbera!"/ Ai suma, quel vino simbolo del riscatto

Giacomo BolognaGiacomo Bologna

E come Paolo Massobrio che con eventi come Golosaria, "dando della qualità" hanno saputo creare un sistema di marketing territoriale che ha acceso un territorio e ha puntato i riflettori del mondo intero sulle colline tra le più belle del  mondo.

C'è un vino che meglio di tutti è simbolo di riscatto. Quel vino che, anni fa, per infami, era stato associato a morte e veleno, con lo scandalo del metanolo, la Barbera. Giacomo Bologna, all'indomani del misfatto, compró una pagina su La Stampa e vi fece scrivere"W la Barbera!" Un grido d'amore che voleva dire che il vino del suo sangue nulla aveva a che vedere con quel prodotto che aveva gettato discredito su un mondo intero.

A quella pagina, fece seguire la sua produzione, anno dopo anno diventata eccellenza. Con quel vino, e in particolare, con il suo Ai suma, purpurea Barbera, generosa, femminile, dal formidabile profumo di rosa, il brindisi a chi sa che la crisi si può vincere e a chi ogni giorno lavora per fare grande e dare un futuro all'Italia.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
24/07/2014 - La foto (Andrea Antonuccio)

Segnalo all'amico Marco Gatti che la foto dell'articolo è stata scattata da Andrea Antonuccio, cioè dal sottoscritto. W Giacomo!