BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Il 5 giugno si celebra San Franco da Assergi

Pubblicazione:giovedì 5 giugno 2014

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Una notte gli abitanti di Assergi furono svegliati dal suono incessante delle campane della chiesa di Santa Maria in Silice e dal canto dei galli prima del sorgere del sole: guardarono verso la montagna e con immenso stupore videro una strana luce sulla grotta del Santo, che permise loro di seguire il sentiero giusto per raggiungere l'eremo. Una volta arrivati scoprirono la sua morte. Il corpo fu portato nella chiesa di Santa Maria in Silice e sepolto nella cripta, i suoi resti ancora oggi riposano in un'urna d'oro e d'argento. San Franco fu un monaco esemplare, per lui la solitudine non era vissuta come un isolamento, ma tramite la preghiera era in totale comunicazione di spirito verso Dio, il creato e l'immenso. San Franco di Assergi viene spesso raffigurato come un monaco con ai piedi un lupo che stringe tra le fauci un neonato, come a ringraziamento per un suo miracolo. Numerosi i devoti, non solo abruzzesi, che si affidano a lui per problemi di salute o per essere aiutati in un percorso di fede. Una leggenda narra che San Franco compì un primo miracolo in occasione di una visita della madre, quando per dissetarla, percuotendo la roccia col suo bastone, fece sgorgare un'acqua alla quale si attribuiscono qualità taumaturgiche.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.